Home / Adsl: configurazioni e parametri Adsl / Come utilizzare risultato Ne.Me.Sys test ADSL

Come utilizzare risultato Ne.Me.Sys test ADSL

Come utilizzare risultato Ne.Me.Sys test ADSL

Quando il test sarà completato, il software ci fornirà un risultato sotto forma di documento PDF.Ma come utilizzare risultato del test fatto con Ne.Me.Sys ADSL?

Al’interno del dile PDF sopra citato, sono riportati tutti i valori riscontrati sulla nostra ADSL: fra questi troviamo ritardo, tasso di errori ed eventuali perdite di pacchetti.

Se anche uno solo fra questi parametri dovesse risultare inferiore a quelli indicati nelle condizioni minime contrattuali possiamo chiedere il ripristino del valori minimi garantiti al nostro gestore telefonico per mezzo di una lettera raccomandata.

Trascorsi 30 giorni dalla nostra comunicazione, se nulla sarà cambiato, avremo la facolta legale di chiedere al Provider il recesso del contratto stipulato senza il pagamento della penale.

Utile inoltre il servizio che la stessa AGCOM sta rendendo accessibile alla pagina www.misuraintemet.it/statsphp: da qui è infatti possibile visualizzare i parametri riscontrati sulle linee degli operatori telefonici italiani più diffusi in modo da creare una vera e propria “guida all’acquisto”, molto utile per gli utenti che ancora non hanno sottoscritto un abbonamento ADSL.

Voto
Ti è stato utile?
[Media: 0]

Un commento

  1. Buogiorno,

    ho eseguito il test ma devo dire che il risultato è quantomeno incomprensibile per chi non è avvezzo alla terminoogia di internet. Speravo che la proposta di agcom rendesse fruibile a TUTTI e non solo a chi conosca i termini e i sinonimi della rete. Al momento sono perplesso sul servizio.

    Nel mio caso:
    Nel pdf scaricato si parla di “percentile” in upload e in download ma non trovo, nel mio contratto, i valori da poter paragonare. Avrei certamente apprezzato un esempio grafico di un test paragonato ad un altro esempio di contratto per ogni gestore dove si evidenziano le righe da confrontare e i suoi significati.

    Per Infostrada non si parla di minimo garantito anche se tale cifra dovrebbe essere dichiarata in prima pagina del contratto e non “evinta” nello scorrere della lettura tra le mille righe del contratto

    Questa la mia esperienza.

    Saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *