Home / Offerte Alice / Telecom: petizione contro aumento del canone

Telecom: petizione contro aumento del canone

Telecom: petizione contro aumento del canone

L’annunciato aumento del canone deciso da Telecom Italia ha sollevato un vespaio di polemiche. Le associazioni dei consumatori sono scese sul piede di guerra: Altroconsumo, Codici, Confconsumatori, Cittadinanza Attiva e molte altre hanno promosso una petizione per chiedere all’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni (Agcom) di non autorizzare l’aumento e di procedere al taglio delle “tariffe di terminazione”, cioè del dazio che il provider dell’utente che effettua una chiamata paga all’operatore del ricevente promuovendo una petizione. (Vedi offerte adsl e telefono senza canone telecom)

Si tratta di un balzello che contribuisce a far lievitare il costo delle telefonate.

Nonostante le proteste, l’Authority ha comunque autorizzato Telecom ad inasprire il canone, chiedendo però che vengano escluse dal provvedimento le fasce sociali più deboli e che l’azienda si impegni a migliorare la qualità del servizio.

Per tutta risposta le associazioni hanno deciso di continuare a promuovere la petizione on-line, riservandosi di “toccare con mano” le migliorie promesse e sottolineando, comunque, come un simile incremento tariffario possa costituire un segnale pericoloso nella grave situazione economica che l’Italia sta attraversando.

Voto
Ti è stato utile?
[Media: 0]
Telecom: petizione contro aumento del canone

3 Commenti

  1. Basta è ora di finirla di farci prendere in giro. La popolazione italiana ne ha piene le scatole di questa situazione. Ribadisco che il monopolio Telecom esiste ancora nel 2011. Il canone per tutte le compagnie telefoniche esiste ancora. Ora vi spiego la situazione: Amministratori delegati Telecom si incontrano a tavolino con i soliti quattro o piu operatori telefonici importanti. Decidono le promozioni nei mesi successivi sbandierando per il prossimo o due anni a metà prezzo del costo mensile. Circa la metà del costo mensile viene accreditato alla Telecom perchè non tutte le sue linee telefoniche le ha vendute(subaffitta)comprese quelle dell’ultimo miglio. Decide le campagne pubblicitarie a suon di milioni di Euro alle reti televisive invece di investirle prima nei migliori servizi, come fanno le compagnie telefoniche d’Europa dove nei paesi anche di 1000 abitanti hanno almeno un’ADSL a 7Mbps e non a 640Kbps (anti digital-divide per accontentare quelle 60 persone istruite secondo Telecom per pagargli il canone o abbonamento mensile a pieno prezzo di un potenziale cliente a 7Mbps.
    La Telecom prima di pubblicizzare dovrebbe prima investire sulle reti telefoniche ampliando la potenzialità sull’adsl e poi la clientela arriva da sola senza tanta pubblicità perchè il servizio esiste.
    E’ inutile Investire sulle grosse città potenzialità dell’ADSL fino a 100 Mbps in fibra ottica quando ci sono ancora alla fine del 2011 zone d’Italia ancora non coperte o ancora con l’anti-digital divide.Vorrei capire cosa fanno in giro, per i magazzini di manutenzione Telecom, centraline usate funzionanti per avere l’adsl a 7Mbps, che potrebbero installare nelle zone dove c’è la 640Kbps e successivamente installare quest’ultime dove ancora non sono coperte.
    Ci vuole tanto ingegno per questi Amministratori!!! Molto probabilmente il loro pensiero è dedicato di piu’ alle entrate nel proprio portafoglio aziendale. SvegliateVi Amministratori !!!!

  2. Adesso veramente basta!!! è la quarta volta che dall’entrata in vigore dell’euro il canone è aumentato !!! ma rendiamoci conto 120-130euro cioè circa 300.000 lire di tasse per un collegamento telefonico ed adsl!!! e gli operatori alternativi che non sono vantaggiosi e competitivi!!! che vergogna… un canone di 17 euro al mese per cosa??? una misera presa telefonica per chiamare e ricevere e scarsa manutenzione delle centrali e delle lineee ma …. leviamo tutti il telefono fisso..

  3. basta disdire tutti gli abbonamenti telecom. il prezzo lo fa il mercato. anche gli altri operatori sono uguali con un’offerta cercano di attirare i clienti e molti ci cascano.purtroppo in italia siamo solobvbuoni a lamentarsi,la maggior parte delle persone se ne fregano di quest pochi euro di aumento per loro questi pochi euro fruttano milioni di euro e le compagnie ingrassano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *