Home / Senza categoria / Come proteggere la privacy in Rete

Come proteggere la privacy in Rete

Come proteggere la privacy in Rete
Come proteggere la privacy in Rete

Come proteggere la privacy in Rete

Vorrei navigare in modalità anonima in Rete, evitando quindi che il mio IP sia rintracciabile.
Potreste darmi qualche consiglio?
Tenete conto che sono un principiante. Vi chiedo di suggerirmi solo soluzioni abbastanza semplici.

Grazie

Marco

Risposta

Caro Marco la tua è un’esigenza più che legittima.
Negli ultimi anni, il rispetto della privacy è diventato un argomento molto sentito.

Nascondere il proprio IP quando navighiamo in Internet, è una buona strategia per mantenere l’anonimato.
Attenzione pero! Non dobbiamo scambiarlo come un sistema per compiere atti illeciti.
Essere anonimi nel Web non è un reato. Ben diverso se in questo modo mascheriamo comportamenti e azioni che vanno contro gli ordinamenti legislativi del nostro o di altri paesi.
Offuscare l’indirizzo IP impedisce a siti e servizi di localizzare la nostra posizione geografica. Inoltre, offre un buon grado di protezione da chi carpisce certe informazioni per svariati fini, illeciti o lesivi della privacy.

Il primo sistema che puoi usare è Tor Browser, che puoi scaricare da qui…DOWNLOAD TORRENT.
Scegli la versione in Italiano per Windows.

Una volta installato Tor browser, al primo avvio, si apre una breve procedura di configurazione. Devi decidere se connetterti direttamente alla rete Tor, oppure gestire le impostazioni di connessione con alcune restrizioni. Nella maggior parte dei casi, puoi procedere con la prima opzione e fare clic sul pulsante Connetti.
Il browser che si apre è identico a Firefox. Infatti, Tor Browser utilizza come base proprio questo programma. Per controllare che tutto funzioni, seleziona la voce Test impostazioni della Rete Tor.
Se la pagina che si apre riporta la frase Congratulazioni. Questo browser è configurato per usare Tor, sei a cavallo. Il tuo IP viene mascherato con un indirizzo fittizio che rimanda a un server sparso per il mondo.
Tor utilizza un particolare circuito di rete chiamato Onion. In italiano possiamo tradurlo con cipolla. Non è un nome scelto a caso. Infatti, le specifiche di questo sistema richiamano proprio la struttura del bulbo fatto a strati…

Per evitarci di essere localizzati, la rete Onion sfrutta un insieme di nodi che garantiscono il traffico anonimo. Anziché dialogare direttamente con il server di un sito web, la connessione passa da un insieme di router, che danno vita (appunto) a un circuito stratificato.
Così facendo è molto difficile, anche se non impossibile, risalire alla nostra identità e localizzare la posizione da cui ci colleghiamo.

Un altro programma che può fare al caso tuo è Opera 40, www.opera. com.
Puoi infatti attivare una VPN con un solo clic del mouse.
Il tuo IP viene quindi mascherato istantaneamente.

Voto
Ti è stato utile?
[Media: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *