Home / Adsl: configurazioni e parametri Adsl / Come ottenere il meglio dalla nostra rete Wi-Fi

Come ottenere il meglio dalla nostra rete Wi-Fi

Come ottenere il meglio dalla nostra rete Wi-Fi
Come ottenere il meglio dalla nostra rete Wi-Fi

Come ottenere il meglio dalla nostra rete Wi-Fi

Le connessioni con i cavi sono ormai rare.
È il Wi-Fi a farla da padrone in casa e negli uffici.
Scopriamo come ottenere il meglio dalla nostra rete senza fili.
Impariamo a collocare nel punto giusto il modem-router e a estenderne la portata.

Il Wi-Fi è ormai diventato uno standard utilizzato dovunque. In casa, negli uffici o negli esercizi pubblici, una rete senza fili è sempre presente.
Scopriamo come funziona, come scegliere il modem / router giusto per le nostre esigenze, dove collocarlo e come rendere perfetto il collegamento.

Conoscere e ottimizzare il Wi-Fi?

Il Wi-Fi è una tecnologia che permette ai dispositivi di collegarsi a una rete tramite le onde radio. I cavi non sono quindi più necessari. Tutti i dati viaggiano nell’etere.
Per sfruttare una rete Wi-Fi, dobbiamo avere un modem-router dotato di supporto per questo standard. PC, smartphone, tablet e persino televisori di ultima generazione potranno poi collegarvisi tramite il proprio ricevitore wireless.
Il modem / router pensa a connettersi a Internet e condividere il collegamento con tutti i dispositivi in rete. Esistono vari tipi di connessione Wi-Fi, identificati con le lettere A,B,G,N e AC.

L’ultimo è il più evoluto, stabile e veloce.
Ognuno fa riferimento a un proprio standard che viene identificato con la sigla IEE802.11. Possiamo paragonarlo al codice della strada che contiene tutte le regole per far transitare correttamente i dati in forma di onde radio. Si parte dalla versione A, la più vecchia e meno veloce, ino ad arrivare alla AC che allo stato attuale è la migliore in circolazione.

Ogni versione successiva è compatibile con la precedente. Se abbiamo un modem-router che usa Wi-Fi AC, potrà collegarsi anche alle periferiche con schede wireless di tipo inferiore.

Per sfruttare a pieno la classe di un collegamento, è però necessario che tutti i dispositivi in rete usino lo stesso standard. Per ottenere il massimo, un modem-router AC deve dialogare con un PC, smartphone o tablet dotato di modulo di ricezione AC. In caso contrario, la velocità di trasmissione si abbassa ino a raggiungere quella gestibile dal dispositivo.

Un PC con scheda di rete Wi-Fi N, anche se collegato a un router AC che raggiunge i 1900 Mbps, non potrà trasferire i dati a velocità superiori a 300 Mpbs. In poche parole, sarebbe come avere una Ferrari con un limitatore di velocità che non consente di andare oltre i 50 Km/h.

Perchè lo standard AC funzioni al massimo delle prestazioni, le schede Wi-Fi dei dispositivi che si collegano al modem-router devono usare la stessa tecnologia.

Voto
Ti è stato utile?
[Media: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *