Home / Adsl: configurazioni e parametri Adsl / Rete Lan domestica: condividere adsl, file e stampanti

Rete Lan domestica: condividere adsl, file e stampanti

Rete Lan domestica: condividere adsl, file e stampantiRete Lan domestica: condividere adsl, file e stampanti

Tra i nuovi dispositivi hi-tech banno ormai bisogno di una connessione a Internet per funzionare correttamente ed aumentare le loro potenzialità.

Questo mini corso nasce proprio con l’intento di guidarci passo passo nella realizzazione di una rete locale domestica: vedremo come configurare i vari device in maniere adeguata, risolvendo così problemi dovuti a impostazioni errate o non propriamente indicate.
Solo così potremo connetterli a Internet e metterli in comunicazione tra loro.

Partiremo con un accenno alla struttura di una tradizionale rote locale, per poi passare ad assegnare ai nostri dispositivi un indirizzo IP statico in modo da mantenere la nostra rote stabile e sicura.

I passi successivi illustreranno come trasferire e riprodurre, in streaming, file multimediali tra computer e smartphone Android.

Seguendo le dritte dei nostri esperti saremo quindi in grado di connettere tutti i dispositivi multimediali alla rete domestica, permettendoci così di stampare, ascoltare musica e trasferire file da un dispositivo ad un altro senza intoppi.

Ad ognuno it suo indirizzo

Prima di cominciare è bene ricordare che ogni rete LAN è identificata da un indirizzo IP per poter funzionare correttamente, quindi, ogni dispositivo connesso ad essa deve disporre di un suo indirizzo IP valido e univoco.

Senza scendere nel dettaglio, vi basta sapere che, per convenzione, la classica LAN domestica, composta da un modem/router, alcuni smartphone e uno o più computer, viene rappresentata dall’indirizzo IP: 192.168.1.0.

Dopo di che, ogni dispositivo che accede alla rete può registrarsi usando e occupando un indirizzo IP compreso tra il 192.168.1.1 e 11192.168.1.254.

Sulla base di queste informazioni, assegneremo il primo indirizzo disponibile (192.168.1.1) al router, mentre agli altri dispositivi assegneremo un IP crescente 192.168,1.2, 192,168.1.3,192,168.1.4 e così via.

La nostra rete può supportare fino ad un massimo di 254 dispositivi.

Voto
Ti è stato utile?
[Media: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *