Home / Adsl: configurazioni e parametri Adsl / Router adsl: configurazione del filtro per gli indirizzi MAC

Router adsl: configurazione del filtro per gli indirizzi MAC

Router adsl: configurazione del filtro per gli indirizzi MAC

Personalizzare gli indirizzi MAC

Un altro passo importante è quello relativo alla configurazione del filtro per gli indirizzi MAC.

Questi ultimi sono degli identificativi univoci che ogni modulo Wi-Fi incorporato in smartphone, tablet o schede di rete possiede e serve per indicare solo quel tipo di dispositivo.

In altre parole, si tratta di una specie di firma.

Impostando il filtro per i MAC, diamo accesso alla nostra rete solo ai computer o ai dispositivi mobile che vogliamo, impedendo a quelli non autorizzati di interfacciarsi.

La maggior parte dei router, inoltre, permette di rilevare il MAC non appena un modulo Wi-Fi si collega alla rete.

Quindi, per sapere a quali macchine corrispondono, basterà eseguire un semplice passaggio.

Prima di attivare il filtro, collegate tutti i dispositivi che avete in casa e cui volete dare accesso alla rete Wi-Fi.

Il router registrerà cosi i MAC collegati e vi permetterà di importarli nella sezione apposita, deputata alla gestione degli identificativi, che di solito troviamo sotto la voce Wireless MAC filtering.

Qui dovete prima di tutto impostare il filtro affinchè conceda l’accesso ai MAC inseriti.

Infatti, è possibile agire anche con la procedura inversa, ovvero impedendo l’accesso agli indirizzi inseriti.

Una volta importati tutti i MAC nella tabella, basterà abilitare la funzione.

L’opzione appena impostata è relativa all’accesso alla rete locale e di conseguenza anche a Internet.

Per personalizzare ulteriormente la gestione degli indirizzi MAC, si può aggiungere un altro filtro.

In questo caso, sarete in grado di impedire l’accesso al Web.

Supponiamo infatti di voler abilitare un computer all’uso della rete locale, magari per scambiare file o documenti, ma al contempo impedirgli di accedere a Internet.

Con la funzione Internet Access Control è possibile farlo. Si tratta di agire in modo simile a quanto abbiamo gia spiegato per i MAC, solo che quests volta 6 in ballo l’autorizzazione alla connessione Web.

Tuttavia si può scegliere di agire sia registrando gli indirizzi IP, sia i MAC.

Consigliamo comunque di utilizzare quest’ultimi, in quanto se la connessione è stata configurata con gli IP dinamici, e quindi variabili ogni volta che ci si collega a Internet, il parametro che inserirete sarà solo temporaneo.

Con i MAC, invece, sarete sicuri che l’identificazione di un dato dispositivo sarà certa e univoca.

Infine, il consiglio più semplice di tutti: quando non usate la rete Wi-Fi e il router, evitate di lasciarlo acceso a vuoto: limitarne l’utilizzo evita che un malintenzionato possa agire nei momenti in cui non siete al PC.

 

Voto
Ti è stato utile?
[Media: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *