Home / Offerte internet smartphone / Internet all’estero: tariffa per risparmiare

Internet all’estero: tariffa per risparmiare

Internet all’estero: tariffa per risparmiare

Paese che vai (in vacanza), tariffa internet che trovi.
E’ questa la regola d’oro da tenere a mente, se vogliamo navigare all’estero su rete mobile: il prezzo, applicato dai nostri operatori, cambia moltissimo a seconda se restiamo in Europa (spesa ridotta), se andiamo negli Usa (un po’ piu caro) o in qualche altro Paese più esotico (molto caro).

E’ il bello (il brutto, in verità) del roaming, termine con cui si intende l’uso, all’estero, di un cellulare dotato di sim italiana.

Se andiamo in un gruppo particolare di Paesi (Austria, Australia, Danimarca, Gran Bretagna, Hong Kong, Irlanda, Svezia) resta più economico navigare con sim di 3 Italia: il prezzo è lo stesso che pagheremmo in Italia (in base alla tariffa che abbiamo attivato).

In altri Paesi, approfittiamo del fatto che quest’estate molti operatori hanno ridotto i prezzi e dall’8 luglio è disponibile una versione piu aggressiva di Vodafone Passport, per navigare in Europa con chiavetta usm (6 euro al giomo) o cellulare (2,5).

Se preferiamo la chiavetta, in Europa Wind e piu economico di Vodafone (15 euro alla settimana), ma include meno traffico nel canone.

Con Tim (Data Roaming Europe), (Timxsmartphone, offerta Tim) scendiamo ancora di più per costi e traffico compreso.

La scelta dipende quindi dalle nostre esigenze.

Cansideriamo inffine che he offerte giornaliere sono piu flessibili: le paghiamo solo nel giorno in cui ci connettiamo alla rete.

Le offerte settimanali, invece, comprendono una settimana di traffico dal momento dell’attivazione.

Se ci accontentiamo di usare il cellulare diventa interessante l’offerta TimxSmartphone: ha lo stesso prezzo negli Usa e in Europa.

Per navigare Oltreoceano con la chiavetta è invece indicata Web Travel Weekly di wind.

Fuori da Europa a Usa (e dai Paesi dell’offerta 3), è più difficile spendere poco.

Se andiamo in uno dei Paesi coperti dalla Weekly Tariff di Vodafone, il costo è 10 o 20 euro a settimana a seconda della zona. Altrimenti, nel resto del mondo, non resta che la Data Roaming Globe di Tim, a qo euro, per appena ro MB alla settimana.

Nelle località più care, potremmo anche usare una sim di un operatore locale e così risparmiare tantissimo; in alcuni Paesi, però, possono farlo solo i residenti.

In alternativa, possiamo comprare via internet una sim di operatori specializzati in roaming, per esempio di iRoam o di Mobility Pass. Ci consente di dimezzare il costo nei Paesi più svantaggiosi per l’utente italiano (per esempio pagare 15 euro al MB invece di 30 euro: comunque tanto).

Insomma, restando in Europa si risparmia (un po’ meno negli Usa): sarà sempre di più così, alla luce di una manovra appena annunciata dalla Commissione europea, che intende portare a 50 cent al MB il prezzo massimo della navigazione all’interno dell’Europa unita, entro il primo luglio 2014 (analoghe riduzioni Sono previste per chiamate a sms).

Secondo il volere della Commissione, l’utente potrà anche scegliere di fare roaming con un operatore diverso dal proprio, mantenendoho stesso numero.

Obiettivo dell’Agenda digitale europea è poi azzerare, nel 2015, le differenze tra tariffe di roaming a nazionali.

Adesso navigare, all’estero, in Europa costa circa il triplo che nel proprio Paese, ma, come si è visto, si può ridurre il danno scegliendo bene la tariffa.

Tariffe internet per navigare all’estero

Tariffe offerte all'estero

Voto
Ti è stato utile?
[Media: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *