Home / Servizi e software utili / Adattatori Powerline, quali adatti alle nostre esigenze?

Adattatori Powerline, quali adatti alle nostre esigenze?

Adattatori Powerline, quali adatti alle nostre esigenze?Adattatori Powerline, quali adatti alle nostre esigenze?

GLI ADATTATORI POWERLINE CONSENTONO DI NAVIGARE IN INTERNET ATTRAVERSO LA RETE ELETTRICA.

Quando la connessione WLAN del router tende a diventare debole, occorrerà prendere provvedimenti per renderla più efficiente e aumentarne la portata. Vengono ormai impiegati correntemente i cosiddetti ripetitori (“Amplificatori della connessione WLAN”), che provvedono a trasferire i dati tra il dispositivo finale e il router.
Esiste però un problema, poiché sulle grandi distanze, dove possono essere presenti pareti in cemento armato, questi ripetitori raggiungono il loro limite di portata, mentre gli adattatori Powerline non incontrano alcuna difficolta, poiché in grado di trasferire dati a velocità elevatissima attraverso la linea elettrica. Anche questa tecnologia non è però ancora perfetta, come mostrato dal test effettuato su otto adattatori Powerline.

Come amplificare il segnale wi-fi

COME FUNZIONANO GLI ADATTATORI POWERLINE

Un set Powerline è costituito da almeno due adattatori, di cui uno e inserito in una presa elettrica a muro vicino al router e collegato ad esso attraverso un cavo di rete LAN.
Ulteriori adattatori potranno essere inseriti in altre prese presenti nell’abitazione. Attraverso le prese viene stabilito un collegamento con il primo adattatore e i dati vengono trasferiti utilizzando la linea elettrica. A seconda del modello, gli adattatori non dispongono solo di porte LAN, ma possono funzionare anche a onde radio via WLAN, per poter consentire, ad esempio, a notebook o tablet di navigare in Internet.

TUTTI GLI ADATTATORI SONO COMPATIBILI?

No. La maggior parte degli adattatori utilizza lo standard AHomeplug AV. I dispositivi di produttori diversi e con differenti classi di velocità possono pero essere collegati tra di loÉk ro, ma i modelli più lenti tendono a rallentare gli adattatori più veloci. I nuovi dispositivi Devolo della serie Magic, anziché lo standard Homeplug AV, utilizzano il nuovissimo chip con standard G.hn che, pur fornendo una velocità più elevata, rende gli adattatori incompatibili con le prese Homeplug, di cui fanno parte anche i dispositivi dLAN di vecchia generazione di Devolo (vedi grafico). Gli adattatori G.hn e Homeplug possono gestire in parallelo due reti separate tra di loro, ma tendono però a generare interferenze e non riescono quindi a offrire la loro velocità massima.

QUANTO SONO VELOCI LE POWERLINE?

Anche se i produttori tendono a pubblicizzare i propri dispositivi evidenziando velocità per trasferimento dati fino a 2.400 Megabit al secondo (Mbps), nelle prove la velocità attraverso le prese elettriche non ha mai raggiunto questi valori. L’adattatore piu veloce in standard Homeplug AV (TPLink TL-WPA8630P) ha offerto velocita fino a 467 Mbps, mentre il Devolo Magic 2 WiFi ha raggiunto i 686 Mbps, grazie ai nuovi chip G.Hn.
Fastidioso che nel modello Devolo Magic 1 dotato di chip G.hn, Devolo corredi questo dispositivo di una porta LAN da 100 Mbps.
Chi dispone di una connessione Internet più veloce, non potrà sfruttare pienamente tutto il suo potenziale.
Sorprendente che la coppia di adattatori D-Link DHP-W611AV, pur costando circa 92 euro, abbia fornito nelle prove un’elevata velocità per il trasferimento dati via Powerline, raggiungendo il valore di 420 Mbps. Nell’uso pratico, queste velocità riscontrate nel test sono difficilmente raggiungibili, poiché a seconda del tipo di appartamento, numerosi fattori possono rallentare enormemente il funzionamento degli adattatori Powerline. Un problema è rappresentato dalla distanza, poiché se i dati devono percorrere una distanza notevole attraverso la linea elettrica, la velocità di trasferimento viene penalizzata. Inoltre, se alla linea elettrica sono collegati numerosi dispositivi, non sarà possibile a volte sfruttare appieno una connessione ADSL a 100 Mbit.
Nelle prove, ad esempio, la presenza di due alimentatori per smartphone, due lampade da scrivania e un router, hanno fatto diminuire la velocità del 60 percento.

CHI OFFRE LA MIGLIORE WLAN?

Relativamente alla velocità degli adattatori Powerline, il modello di AVM Fritz Powerline 1260E non si avvicina minimamente ai modelli top di gamma di Devolo, TP-Link e D-Link.
Per quanto riguarda invece la connessione WLAN, l’adattatore del produttore di Fritzbox è in grado di mostrare tutti i propri muscoli: Attraverso la WLAN-ac (con banda di frequenza a 5 Gigahertz), l’adattatore 1260E ha offerto velocità fino a 646 Mbps e anche nel punto di misurazione più lontano, la velocità rilevata è stata di 261 Mbps. Per confronto: il Devolo dLAN 1200+ WiFi-ac un po’ antiquato, ha raggiunto la velocità di 325 Mbps nell’area circostante al punto di misurazione e 116 Mbps nel punto più lontano. Con il vecchio standard “n” (2,4 Gigahertz) TP-Link si è distinto offrendo velocità per trasferimento dati fino a 297 Mbps. La velocità della WLAN del costoso Devolo Magic 2 WiFi, pur essendo come si deve, non ha raggiunto livelli al top.
L’economico Devolo dLAN 550+ WiFi è invece in grado di trasferire dati via onde radio solo sfruttando la sovraccarica banda da 2,4 Gigahertz e, quindi, chi possiede uno smartphone abbastanza attuale, un notebook o un tablet, è consigliabile che acquisti un adattatore che possa sfruttare anche la banda a 5 Gigahertz. Una velocità elevata non dipende solo dai chip, ma si rivelano significative anche le funzioni per ottimizzare la WLAN, tra cui la più importante si rivela il Band Steering, che consente all’adattatore di impostare automaticamente per il dispositivo finale, la banda di frequenza più veloce in quel momento.
I candidati al test di AVM e Devolo (tranne il dLAN 550+ WiFi) sono in grado di offrire questa funzione, mentre i dispositivi di Asus, TP-Link e D-Link ne sono purtroppo privi.

COSA OFFRE LA RETE MESH?

Con una rete Mesh, gli adattatori sono profondamente interconnessi e consentono l’attuazione di nuove funzioni. Se, ad esempio, l’utente si sposta con il proprio smartphone all’interno della propria abitazione, gli adattatori, in condizioni ideali, provvederanno a impostare per lo smartphone il punto di accesso ottimale, senza interrompere il collegamento. AVM chiama “Access Point Steering” questa funzione Mesh, mentre Devolo la denomina Fast Roaming.
Con adattatori privi di tecnologia Mesh può succedere che, se l’utente si trova in mansarda, lo smartphone rimanga collegato alla WLAN dell’adattatore presente al piano terra che rilascia un segnale modesto, malgrado in mansarda sia si stemato un adattatore nella presa elettrica, in grado di offrire un segnale di rete migliore.
I dispositivi Devolo Magic escono dalla fabbrica già con la funzione Mesh integrata, ma per gli adattatori dLAN di passata generazione è già disponibile un update.
L’AVM Fritz Powerline 1260E offre la funzione di Access Point Steering con la versione attuale 7.10 del sistema operativo Fritz OS.

QUANTO È SEMPLICE L’USABILITÀ?

Ottimo che la configurazione di tutti gli adattatori sia semplicissima. Numerosi set sono già “accoppiati” dal produttore e dopo essere stati inseriti nella presa elettrica si collegano subito tra di loro. Se tutto questo non avviene, basterà premere brevemente un tasto su entrambi i dispositivi, affinché venga impostata una password per consentire il collegamento. Tutti i candidati al test possono essere gestiti consultando le pagine delle impostazioni attraverso il browser.
Con il Devolo, per accedere a queste l’utente dovrà digitare l’indirizzo IP dell’adattatore nella barra degli indirizzi oppure ricorrere al software “Devolo Cockpit”, scaricabile gratuitamente dalla homepage del produttore.
Con tutti gli altri adattatori testati l’operazione è ancora più semplice, poiché basterà digitare un indirizzo fisso.
TP-Link e Devolo offrono in alternativa delle App per Android e iPhone, ma che si rivelano però poco chiare.

 QUALE MODELLO OFFRE NUMEROSE FUNZIONI EXTRA?

Chi utilizza il Fritz Powerline 1260E con un router AVM attuale, come il Fritz Box 7590, verrà a godere di numero se funzioni.
Premendo il tasto Connect, sarà possibile trasferire numerose impostazioni del Fritz Box all’adattatore Powerline e, tra queste, anche tutte le configurazioni dell’esteso controllo parentale offerto dal router: ottimo! Inoltre, il Fritz Powerline 1260E può essere gestito e aggiornato tramite la LAN domestica del Fritz Box. Gli altri candidati al test non offrono nessun controllo parentale (Asus, D-Link) oppure solo alcune funzioni di protezione (Devolo, TP-Link).
Inoltre, ogni candidato al test consente di configurare una rete per ospiti, ad eccezione del D-Link DHP-W611AV.
Apprezzabile anche che, quasi tutti gli adattatori, se richiesto, possano impostare il nome della WLAN e la password WLAN del router, tramite collegamento WPS. Malgrado numerosi tentativi, l’Asus PLAC56 non è riuscito a copiare la WLAN del Fritz Box, anche se, a detta del produttore, l’adattatore dovrebbe essere in grado di assolvere questa funzione.

Il miglior adattatore Powerline

Il Magic 2 WiFi di Devolo si è aggiudicato la vittoria in questa comparativa e nessun altro adattatore è in grado di offrire una velocità così elevata per la Powerline. Chi già utilizza adattatori Powerline dovrebbe sostituirli con il Magic 2 per poter sfruttare il nuovo standard. Tutto questo ha logicamente un costo, ma chi dispone di una veloce connessione Internet ed esegue in rete molti trasferimenti di dati, potrà trarne dei vantaggi.
Il Fritz Powerline 1260E di AVM si è piazzato al secondo posto, grazie ad una potente WLAN e a numerose funzioni.
La vittoria del rapporto qualità/prezzo va all’economico D-Link DHP-WB11AV, in grado di offrire una velocità come si deve.

Voto
Ti è stato utile?
[Media: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *