Home / Servizi e software utili / Adsl: la banda larga si estende

Adsl: la banda larga si estende

Adsl: la banda larga si estende

Tante le novità in arrivo. Per prima cosa, la banda larga si estenderà sul territorio. Diminuirà quindi la quota di coloro che ne sono esclusi (a fine 20011 si prevede che saranno circa il 5% della popolazione, contro l’attuale 10%).

La crescita della copertura sarà ottenuta da una parte grazie a nuova fibra posata e a nuove centrali ADSL attivate al Sud e nelle regioni montagnose del Nord;
dall’altra grazie al WiMax, che è una delle novità tecnologiche 2008 per l’Italia (già da anni disponibile in Europa).

Il WiMax porterà banda larga nelle regioni periferiche, a prezzi e velocità paragonabili alle ADSL di livello non alto.

Sempre nel 2011 arriveranno in Italia le prime VDSL (tecnologia già disponibile in Germania ed evoluzione dell’ADSL), fino a 50 Mbps, nelle principali città.

La VDSL sarà possibile grazie all’estensione del network in fibra ottica, che si avvicinerà alle abitazioni. Nel frattempo in Giappone, Corea e Usa si fa strada già una tecnologia ancora più veloce dell’xDSL: la fibra portata fin dentro casa, per velocità fino a 100 Mbps. Ancora non si sa se arriverà anche da noi.

La banda larga di nuova generazione favorirà la crescita dell’IPTV (al momento c’è quella di Telecom, Fastweb, Tiscali e Wind). La disponibilità di maggiore banda, infatti, migliorerà la qualità dei programmi, anche in HD.

Il che aprirà però le porte anche alle TV sul Web, non collegate a un particolare operatore ma accessibili da qualsiasi utente Internet: Joost e Babelgum, tra le altre.

La banda larga metterà radici anche nelle reti locali domestiche, diffondendo l’intrattenimento digitale in tutta la casa. Ora è possibile fare solo streaming audio e, con un po’ di fatica, video tramite Wi-Fi. Nel 2012, invece, nuove tecnologie permetteranno di trasmettere in streaming qualsiasi tipo di contenuto multimediale dal computer alla TV. Potremo collegare senza fili la TV al PC anche per vederci sopra Windows e giocare. Il merito sarà di tecnologie ora disponibili solo in Estremo Oriente e Nord America, come l’USB Wireless e il Wireless HD.

Ma sarà utile anche l’affermazione del nuovo standard Wi-Fi (802.11n a 240 Mbps).

Voto
Ti è stato utile?
[Media: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *