Home / Servizi e software utili / Disdire il contratto adsl e telefono e passare ad altro operatore

Disdire il contratto adsl e telefono e passare ad altro operatore

Disdire il contratto adsl e telefono e passare ad altro operatore

Cosa considerare quando si sceglie un nuovo provider adsl e telefono.

Quando si verificano dei disservizi con il provider si pensa subito di disdire il contratto e passare a un altro operatore.

Ecco alcuni consigli.

Le condizioni contrattuali variano da operatore a operatore e conseguentemente anche i termini di recessione del contratto, tuttavia con il Decreto Bersani non esiste più l’obbligo di fornire un preavviso minimo.

SCEGLIERE NUOVI PROVIDER

Prima di scegliere il nuovo provider, è meglio verificare se la zona in cui si risiede è raggiunta dalla fibra ottica, la cui copertura è sempre più in espansione e gradualmente stà servendo sempre più i centri urbani.

E’ l’opzione migliore, sebbene più costosa, poichè la fibra consente 100 Mbit/s in download e 10 Mbit/s in upload.

DISDETTA

La maggior parte dei problemi nasce quando si intendere rescindere il contratto, cioè si vuol fare disdetta della propria linea.

Con la cessata fornitura del servizio si rischia di non poter mantenere il proprio numero telefonico urbano abbinato a quella linea.

In caso, invece, di passaggio ad altro operatore a sufficiente fornire al nuovo provider il codice di migrazione, che provvederà a inoltrare tutte le pratiche necessarie per la disdetta al vecchio operatore.

FARE ATTENZIONE AL TERMINE DI SCADENZA

Se si decide di rescindere il contratto, rispettare i termini contrattuali.

Per esempio è stato sottoscritto un contratto che prevede una durata minima di un anno, purtroppo occorre attendere la scadenza, ma è necessario prestare attenzione a non oltrepassare quella data poichè diversamente il contratto verrà rinnovato automaticamente.

Voto
Ti è stato utile?
[Media: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *