Home / Servizi e software utili / Le reti mobili verso LTE Advanced a 20 Megabit

Le reti mobili verso LTE Advanced a 20 Megabit

Le reti mobili verso LTE Advanced a 20 Megabit

L’EVOLUZIONE DEL 4G

Del futuro a banda ultra larga fanno parte anche le reti mobili. Anche se non possono ancora garantire 30 Megabit per ogni utente (a differenza della fibra), certo evolveranno verso quella direzione.

Adesso i1 4G (LTE) copre il 75 per cento della popolazione, con Tim e Vodafone; il 35 per cento con 3 Italia e i1 25 per cento con Wind (dati aggiomati a novembre).

Le velocità sono di 100 Megabit per cella, quindi da dividere tra tutti gli utenti connessi.

Un grosso passo avanti avverrà già con l’LTE Advanced, che Telecom Italia e Vodafone hanno cominciato a sviluppare, in varie città italiane, tra novembre e dicembre 2014, portando le velocità a circa 200 Megabit (sempre condivisi).

A questo punto ti chiederai quali sono le velocità reali, ma rispondere non è possibile con certezza, dato che mancano test ufficiali sul 4G (l’Autorità garante delle comunicazioni li farà a partire dal prossimo anno).

Possiamo aspettarci comunque circa 10 Megabit con l’LTE e un raddoppio (20 Megabit) con l’Advanced.

Va detto però che comparare le prestazioni dell’LTE con la fibra ha poco senso.

Da una parte, le connessioni mobili non potranno garantire quella stabilità e affidabilita possibili su fibra ottica.

Dall’altra, i1 4G ha l’indubbio vantaggio di consentire connessioni anche in mobilità (e non solo da postazione fissa): ovunque o quasi, in prospettiva, dato che la copertura toccherà il 90 per cento della popolazione nel 2016.

Anche le tariffe sono destinate a migliorare: lo stanno già facendo.

Con Tim e Vodafone si parte da 19 e 15 euro al mese, rispettivamente, per provare 1’ebrezza del 4G (1 GB al mese), con tariffe che includono anche chiamate (600 minuti con Tim e 500 con Vodafone; Tim comprende anche 600 SMS).

Con 3 Italia e Wind i prezzi scendono ancora, a circa 10 euro al mese, ma anche la copertura è inferiore rispetto agli altri due operatori.

Che cosa ci possiamo fare con il 4G?

Ci sono applicazioni che piùdi altre si avvantaggiano di maggiori prestazioni: come le videochiamate, l’invio o il download di foto e video su Facebook, i programmi TV su cellulare…

Ce ne accorgeremo anche grazie ai servizi che gli stessi operatori mobili lanceranno nel corso del 2015.

Tra gli altri è previsto il Volte: Voice over lte. Eè la possibilità di fare chiamate “arricchite” da servizi multimediali: scambio di foto, video e musica durante la telefonata; videochiamate a qualità garantita (a differenza di quella, erratica, di Skype e simili).

Insomma, ci saranno sempre più opportunità e motivi per usare il 4G, mentre prezzi e velocità miglioreranno progressivamente nel 2015.

 

Voto
Ti è stato utile?
[Media: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *