Home / Servizi e software utili / Offerte suonerie poco chiare: multe per Telecom, Vodafone, Wind H3G

Offerte suonerie poco chiare: multe per Telecom, Vodafone, Wind H3G

Offerte suonerie poco chiare: multe per Telecom, Vodafone, Wind H3G

L’Autorità garante della concorrenza e del mercato ha multato per pratiche commerciali scorrette i provider telefonici e alcune società specializzate nella vendita di suonerie.

Si tratta della seconda volta, nell’arco di pochi mesi, che l’Authority commina delle sanzioni per i servizi dedicati ai “ringtone”.

Le aziende che commercializzano suonerie sono state condannate per l’invio di SMS (vedi sms gratis) nei quali promuovevano la loro offerta: a giudizio dell’Autorità, le informazioni contenute nei messaggi non specificavano con chiarezza che la richiesta di attivazione del servizio non era relativa al download di un ringtone, ma alla sottoscrizione di un abbonamento che prevedeva “una decurtazione settimanale del credito telefonico”.

Per Agcm anche le modalità di disattivazione del servizio e le indicazioni relative ai costi erano inoltre illustrate con scarsa trasparenza. L’Autorità ha condannato invece i provider telefonici perché questi hanno collaborato alla definizione delle offerte delle suonerie, autorizzato l’invio dei messaggi ritenuti ingannevoli e hanno avuto un interesse economico nella proposta di tali servizi.

Le multe, che fanno riferimento a quattro diversi provvedimenti emanati da Agcm, sono di 640.000 euro per Telecom Italia (Tim), 560.000 per Vodafone, 480.000 per Wind e 155.000 per H3G.

Per quanto riguarda invece le sanzioni comminate alle aziende che vendono suonerie, Buongiorno è stata multata per 115.000 euro, Dada per 125.000 euro, Zed per 95.000 e Zeng per 55.000 euro.

Voto
Ti è stato utile?
[Media: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *