Home / Servizi e software utili / Wind: rimborso totale servizi telefonici non richiesti

Wind: rimborso totale servizi telefonici non richiesti

Wind: rimborso totale servizi telefonici non richiestiWind: rimborso totale servizi telefonici non richiesti

In merito al fenomeno denunciato (attivazione servizi telefonici non richiesti), Wind comunica di essere l’operatore con il minor numero di reclami da parte dei clienti, come confermato anche dalle Autorità.

Wind nelle scorse settimane ha completato la migrazione di tutti i Content Provider (CSP) su una piattaforma HUB di un soggetto terzo che servirà da intermediario tra Wind e il CSP e che consentirà di controllare e gestire l’attivazione dei servizi tutti in un’unica modalità trasparente e sicura. Wind è l’unico operatore ad oggi ad istituire il “doppio click” in modo tale che il cliente non possa attivare servizi inavvertitamente in quanto per l’attivazione il cliente dovrà dare il consenso due volte e con modalità diverse per evitare attivazioni inconsapevoli o per distrazione.

Wind ha commissionato ad una società esterna il monitoraggio dei CSP. Tale società ha il compito di monitorare tutti i CSP attivi con Wind in modo da segnalare eventuali azioni aggressive nei confronti della clientela di Wind in merito alla poca trasparenza, non chiarezza dei messaggi informati.

Tali comportamenti vengono segnalati tempestivamente a Wind la quale provvede ad un richiamo formale del CSP ad ottemperare alle regole che Wind stessa ha preventivamente fornito al CSP.

In ogni caso, Wind è l’unico operatore sul mercato che rimborsa ai clienti gli importi eventualmente pagati in caso di dimostrazione di inconsapevolezza all’attivazione.

Voto
Ti è stato utile?
[Media: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *