Home / Telefono e adsl: Confronto offerte tariffe / Adsl flat: scegliere offerta internet

Adsl flat: scegliere offerta internet

Adsl flat: scegliere offerta internet

Ipotizzando che l’accesso a Internet ricopra un ruolo di primo piano nelle vostre esigenze, vi consigliamo di partire proprio da questo per la valutazione delle offerte adsl.

Scartate in primo luogo i pacchetti che offrono collegamenti a pagamento sulla base del tempo di connessione o della mole di dati trasmessi in rete e rivolgetevi una tariffa di tipo flat comprensiva di traffico Internet illimitato.

Le flat non solo risultano più economiche già a regimi di connessione medio-bassi, ma sono indispensabili per poter usufruire dei servizi VoIP di terze parti senza dover pagare la connessione di base a ogni telefonata.

Prestate semmai attenzione alle specifiche di banda dichiarate dal provider: oltre alla velocità massima sbandierata su manifesti e listini, è fondamentale conoscere la banda minima garantita; questa indica la vostra velocità di collegamento nel caso pessimo, sotto la quale non dovreste mai scendere.

Spesso ci si trova di fronte al paradosso di linee con velocità massima nominale di 20 Mbps e banda minima garantita pari a 40 Kbps (meno in un collegamento Isdn).

La banda minima garantita è importante soprattutto per l’impiego continuativo di servizi VoIP, che richiedono per ogni linea attiva in chiamata almeno una ventina di Kbps Ricordate poi che l’Adsl è per definizione una tecnologia asimmetrica che non offre la medesima velocità in downstream (il flusso di traffico da Internet verso il cliente) e in upstream (da cliente a Internet).

Se desiderate installare in casa un piccolo server accessibile dall’esterno o utilizzate applicazioni peer-to-peer, la banda in upstream può ricoprire un ruolo di primo piano; prestate quindi attenzione anche a questo parametro.

Applicazioni particolarmente sensibili ai ritardi come il VoIP, ma anche i videogiochi online, richiedono non solo una buona velocità, ma anche tempi di latenza ridotti (con questo termine si indica il ritardo con cui i pacchetti attraversano la rete).

Per le connessioni Adsl si possono distinguere due modalità di collegamento: interleaved e fast: la prima è più diffusa ma presenta tempi di latenza superiori, mentre la seconda si adatta ad applicazioni sensibili al ritardo.

Molti provider offrono entrambe le versioni ma solo su esplicita richiesta dell’utente.

Una volta chiarite le vostre esigenze in termini di banda larga, verificate la copertura dei provider: molti operatori forniscono i tagli di banda più alti unicamente nelle zone raggiunte dalla propria rete di unbundling, e solo dei pacchetti limitati nelle zone coperte in wholesale.

Anche i servizi telefonici e il distacco totale da Telecom Italia dipendono dalla modalità di accesso con cui la vostra residenza è servita.

Dall’articolo: Pro e contro soluzioni offerte adsl e telefono

Voto
Ti è stato utile?
[Media: 0]
Adsl flat: scegliere offerta internet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *